Messina piange il sindacalista Santino Paladino. Il ricordo di De Luca

Si è spento oggi Santino Paladino, segretario generale della Cisal. Paladino era ricoverato all’ospedale Papardo dal 15 novembre dopo essere stato contagiato dal Covid-19 e le sue condizioni si erano aggravate da qualche settimana. Unanime il cordoglio con attestati per la sua signorilità da ogni dove, soprattutto sui social da parte di tutte le sigle sindacali, dalla Cisl alla Cgil e dalla Uil alle altre organizzazioni sindacali. Commovente il ricordo del sindaco di Messina Cateno De Luca che ha postato anche le loro ultime conversazioni.

“Quel galantuomo di Santino Paladino purtroppo ha perso la vertenza più importante della sua contro il Covid! Il sindacalista Santino Paladino non è riuscito a vincere la vertenza contro il Covid e ci ha lasciato qualche ora fa.Santino era un mio dipendente della città metropolitana di Messina, aveva 58 anni ed era segretario generale cisal, segretario generale aggiunto CSA regioni autonomie locali e Fiadel. Definirlo un galantuomo e’ riduttivo …Ho sempre apprezzato la sua tenacia e la sua grande onestà intellettuale che ci ha visto anche in contrapposizione ma mai nemici.Santino ha svolto un ruolo decisivo per la vertenza “Salva Messina” che ci ha consentito di evitare la dichiarazione di dissesto finanziario della città di Messina.Quante notti insonni abbiamo trascorso assieme ad altri colleghi sindacalisti tra il 5 ed 25 ottobre 2018 per definire la piattaforma del Salva Messina.Sempre assieme con il suo fraterno amico Piero Fotia a giocare il fine ruolo sindacale del gatto e la volpe.Era ricoverato in terapia intensiva all’ospedale Papardo da dieci giorni e mi aveva mandato un messaggio sabato 21 novembre alle ore 19:08. Riporto il contenuto del breve ed ultimo colloquio che ho avuto con Santino per whatsapp:

Santino: Ciao Sindaco! Ed io: Santino!Che cazzo fai Cerca di riprenderti subito Che siamo in guerra con la regione per le stabilizzazioni dei precari della città metropolitana. Santino: Diglielo a tutti: non è una semplice influenzaÈ un inferno Ed io: Santino ho fatto un ordinanza Contro tutto e tutti Perché la situazione è sfuggita di mano anche all’asp. Santino: Sto cercando di aiutarmi con tutte le forze Il ventilatore è insopportabile Ma mi sta aiutando Ed io: Riuscirai senza problemi Cerca di stare sereno A Pietro fotia ci penso io non ti preoccupare !

Il 15 maggio 2020 quando io mi ero momentaneamente ritirato per assistere mio padre a Fiumedinisi mi ha mandato questo messaggio:In bocca al lupo Cateno. Il tuo post mi ha commosso e mi ha fatto pensare alle sofferenze di mio papà. Fino a che proviamo amore per i ns genitori vuol dire che siamo VIVI. Un abbraccio

Ed il 19 giugno mi ha inviato questo messaggio:Ciao Sindaco. Sono offeso😂A Giovanna rispondi e a me no. domenica in prima mattinata Ti portiamo la granita ?DOMENICA 21 giugno alle ore 10:00 Santino con suo figlio ed una ristretta delegazione del CSA si è presentato a Fiumedinisi esclusivamente per accertarsi come stavo. QUESTO ERA ED E’ SANTINO PALADINO!

Alla sua famiglia ed ai suoi tanti amici rivolgo le mie più sentite condoglianze. Grazie Santino per tutto quello che hai fatto per i lavoratori e per la città di Messina”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.