Luca Parmitano è tornato sulla terra dopo 201 giorni sullo spazio

E’ atterrata ieri mattina la Soyuz Ms 13 con a bordo l’astronauta italiano dell’Esa Luca Parmitano, l’astronauta della Nasa Christina Koch ed il cosmonauta russo Alexander Skvortsov. Il modulo di rientro della Soyuz è atterrato regolarmente nelle steppe del Kazakistan, alle 10, Luca, colonnello dell’Aeronautica militare italiana, rientra a Terra dopo 201 giorni di missione nello spazio. Luca è stato il primo italiano comandante della Iss. «Con emozione voglio esprimere l’apprezzamento e l’ammirazione del popolo siciliano nei confronti del nostro conterraneo Luca Parmitano, che nelle prossime ore, dopo quasi sette mesi al comando della Stazione spaziale internazionale, rientrerà sulla Terra. Un orgoglio siciliano che diventa orgoglio senza confini. Lo inviteremo presto a Palazzo Orleans per consegnargli la medaglia d’oro delle eccellenze siciliane».
Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, commentando il passaggio di testimone al collega russo Oleg Skripochka. Prima della partenza dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan, nel luglio scorso, il governatore aveva fatto pervenire all’astronauta catanese, insieme all’augurio di buon viaggio, un gagliardetto della Regione Siciliana. Un simbolo della sua Isola che Parmitano aveva messo in bella mostra sulla plancia di comando della navicella spaziale, oltre che portarlo incollato sul proprio polso durante alcune delle sue “escursioni” all’esterno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.