Sold out al Museo di Messina per Christian Bisceglia e il suo film “Cruel Peter”

Un horror internazionale con protagonista la città dello Stretto per “REstate al MuMe” e il programma cinematografico continua 13, 14 e 15 luglio con i film “Estate ‘85”,   “Padrenostro” e  “Stiches – Un legame privato”

Entusiasmo, passione, partecipazione. Per la rassegna “REstate al MuMe”, ieri lunedì 12 luglio, si è registrato il sold out nei giardini antistanti al Museo regionale di Messina, a cura della Multisala Apollo di Fabrizio La Scala e Loredana Polizzi, con il film “Cruel Peter” di Ascanio Malgarini e Christian Bisceglia.  Un horror con al centro il cimitero di Messina e che ha reso la città dello Stretto protagonista cinematografica in tutto il mondo. Per l’occasione, il regista Christian Bisceglia, messinese d’adozione, ha salutato il pubblico prima della visione e ha risposto alle domande della folta platea dopo il film. Sono intervenuti lo storico Franz Riccobono, il disegnatore Lelio Bonaccorso e il giornalista Emilio Pintaldi, che ha dialogato con il regista. Bisceglia si è detto felice per la partecipazione del pubblico e ha auspicato che,  grazie anche al suo progetto per il cinema girato a Messina e acquistato in 80 Paesi, le istituzioni lavorino per il restauro del cimitero degli inglesi, patrimonio culturale da non perdere.

Il programma continua al Museo, dal 13 al 15 luglio, alle 21.30, con i film “Estate ‘85” di François Ozon, in programma stasera martedì 13 luglio, candidato a 11 Cesar e premiato a Roma Film Festival, che racconta l’incontro tra un sedicenne e un diciottenne, la passione e il dramma con un tocco d’autore e forza visiva; “Padrenostro” di Claudio Noce, in programma mercoledì 14, con Pierfrancesco Favino Coppa Volpi alla Mostra del Cinema di Venezia come migliore interprete: il terrorismo visto dagli occhi di un bambino in un film coinvolgente; infine giovedì 15 si propone, sempre alle 21.30, “Stiches – Un legame privato”, un thriller di Miroslav Terzic che rende omaggio a Polanski e alle atmosfere senza tempo della settima arte.

 Per l’acquisto, si consiglia la prevendita online su www.webtic.it (prevendita in corso) per la Multisala Apollo. In alternativa, la cassa, al Museo, apre alle 20.30 nei giorni delle serate.

REstate al MuMe in uno scenario unico sotto le stelle

Cinema, teatro e musica sotto le stelle nello scenario unico del Museo regionale di Messina: ecco “REstate al MuMe” dal primo luglio, alle 21.30, con posti assegnati all’aperto e in sicurezza. Una rassegna realizzata da una serie di realtà costituite in Ats – Associazione temporanea di scopo in un luogo speciale grazie al Museo e al suo direttore Orazio Micali: l’Apollo srl (con capofila Fabrizio La Scala), l’Accademia Filarmonica, la Filarmonica Laudamo, i Nutrimenti Terrestri e il Teatro dei 3 Mestieri, in collaborazione con Apollo Spazio Arte di Loredana Polizzi. “Siamo contenti che si sia creata questa sinergia per un’iniziativa che combina cultura, cinema, teatro, danza, musica, intraprendenza e spirito creativo. Dopo due stagioni così sacrificate per il mondo dello spettacolo e della cultura, ripartiamo con la convinzione che sia necessaria una rinascita culturale e ci attendiamo dai cittadini messinesi una risposta adeguata in modo da risalire la china, nel segno della bellezza”, sottolineano Loredana Polizzi e Fabrizio La Scala.

In questa fase viene ufficializzato il programma del mese di luglio al Museo (Viale della Libertà n. 465) ma gli eventi continueranno fino a settembre. Un’occasione per valorizzare il ruolo culturale centrale del MuMe in stretta correlazione con le altre arti, come avviene nelle realtà europee e mondiali più significative.

Per l’acquisto, si consiglia la prevendita online su www.webtic.it per la Multisala Apollo; su www.accademiafilarmonicadimessina.it; ai numeri 090/622505 e 3498947473 per il Teatro dei 3 Mestieri; su www.tiketone.it per Nutrimenti Terrestri; 090/710929 o  3400861640 per Filarmonica Laudamo. In alternativa, la cassa, al Museo, aprirà alle 20.30, nelle serate degli eventi.

Il programma: cinema, teatro e musica di qualità

Si prosegue venerdì 16 luglio con il Teatro dei 3 Mestieri: “Preghiera per Chernobyl” dall’opera di Svetlana Aleksievic. Domenica 18 “Presenze femminili, storie da raccontare” con Enrico Intra al piano e il fotografo Pino Ninfa per la Filarmonica Laudamo, mentre il 19 luglio si prevede un evento speciale a cura della Multisala Apollo in collaborazione con il Teatro dei 3 Mestieri: alle 19.00 i bambini al Museo con la “Fabbrica dei pupazzi”, a cura di Angelo Gallo, e a seguire la visione del film “Pinocchio” di Matteo Garrone.

20, 21 e 22 luglio ancora cinema con “The Father – Nulla è come sembra”, “Rifkin’s Festival” e “Volevo nascondermi”. 26 luglio, invece, i Nutrimenti Terrestri propongono lo spettacolo “Astolfo sulla luna” di Filippo Luna. 27, 28 e 29 luglio di nuovo il cinema: “I profumi di Madame Walberg”, “Il cattivo poeta” e “L’incredibile storia dell’Isola delle Rose”. Venerdì 30 luglio il Teatro dei 3 Mestieri propone “Orapronobis”, regia di Rino Marino e interpretazione di Fabrizio Ferracane. Il cartellone continuerà fino a settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.