Milazzo, gestione servizio igiene ambientale. Proroga sino al 15 gennaio e avvio di una nuova gara

Proroga tecnica sino al prossimo 15 gennaio alla Super Eco, ma nel frattempo gara ad evidenza pubblica, con bando europeo, per l’assegnazione del servizio per 12 mesi in attesa della definizione del contenzioso amministrativo riguardante l’appalto settennale.
È quanto deciso dall’Amministrazione comunale per evitare interruzioni del servizio ma al tempo stesso il ricorso ad appalti di pochi mesi. Il sindaco Midili ha firmato ieri l’ordinanza che  praticamente non interrompe il rapporto con l’attuale gestore, ma “per il tempo strettamente necessario per incardinare la nuova procedura di gara” e comunque subordinandola all’esito della pronuncia del Cga, la cui udienza è fissata il prossimo 16 dicembre proprio per stabilire se la gara di sette anni dovrà andare alla Tech di Floridia, iniziale aggiudicataria o alla Caruter di Brolo, che è subentrata dopo l’estromissione della prima. Una questione abbastanza ingarbugliata col rischio concreto che la telenovela giudiziaria si protragga per diverso tempo. Da qui la decisione di procedere ad una gara per un anno che sarà espletata dalla Centrale di Committenza alla quale il Comune ha aderito proprio qualche giorno addietro. Il primo cittadino ha chiesto agli uffici di rivedere l’attuale perizia – che sino al 15 resterà tale – inserendo tutti quei correttivi necessari per superare le tante criticità che negli ultimi tempi si sono riscontrate. Lo smaltimento dei rifiuti avverrà sempre nella discarica di Alcamo, mentre per quel che concerne l’umido, il conferimento avverrà presso impianti autorizzati al di fuori del territorio regionale e quasi certamente in Calabria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.