Messina, l’addio a Viviana e Gioele. Don Cleto:”E’ il momento della preghiera”

“E’ il momento della preghiera, chiedo ai giornalisti di riportare bene questo concetto, perché si alzi la preghiera dei cristiani per i vivi e per i defunti. Davanti al mistero del male pregate, bisogna ricordare che la partita di sempre non si gioca solo in questa vita, la verità vera è che la morte non è l’ultima parola della nostra vita. Ci troviamo uniti con la famiglia Mondello-Parisi per pregare davanti a questa grande sofferenza”. Il parroco di Venetico Don Cleto D’Agostino si è soffermato sul credo cristiano nella vita eterna e ha ricordato che tutta la comunità del centro tirrenico, anche con i rappresentanti dell’amministrazione comunale, e solo poche settimane fa la scuola dell’infanzia di Contrada Beviola è stata dedicata a Gioele Mondello. Nel Duomo di Messina oggi pomeriggio è risuonato il dolore della famiglia, degli amici e di quanti sono stati alla famiglia di Viviana Parisi e Gioele Mondello. Per la perdita dei due cari scomparsi tragicamente dal 3 agosto del 2020. E l’inchiesta sulla loro morte è stata archiviata di recente. “Il tuo amore squarcia il buio di ogni lurido pettegolezzo, Viv, noi ti affidiamo la stella più luminosa di tutte, Gioele. Nelle tue braccia, che lo hanno amato e protetto fino all’ultimo, Gioele continua a vivere correre e sognare”. Così Denise Parisi ha dato l’estremo saluto alla sorella. Mentre Daniele Mondello fuori dalla cattedrale messinese dice: “Siamo qui per dare una degna sepoltura a Viviana e a Gioele come volevamo da tempo. Non mi fermerò mai e andrò avanti, questo è sicuro al 100 per cento. Ne sono certo”. E sull’indagine chiusa dice: “Non ho mai visto un caso chiuso così con otto ipotesi, mai visto in tutta la mia vita. Senza impronte e senza niente- dice- L’ho detto e lo faccio: non mi fermerò mai. Ormai ho perso tutto e quindi non mi interessa niente, vado avanti fino alla fine”. E aggiunge: “Lo dico anche al procuratore Cavallo che continuerò fino alla mia morte. Mi hanno tolto tutto. Farò di tutto per scoprire la verità, l’unica cosa positiva è e posso dare finalmente una degna sepoltura ai miei cari”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.