Coronavirus, due morti in Florida. E l’Austria blinda le frontiere

Sono 17 i morti negli Stati Uniti a causa della diffusione del coronavirus. Due persone sono decedute nelle ultime ore in Florida, dove le autorità segnalano altri 12 casi di infezione. Nello stato di Washington sono in totale 14 le vittime. Un’altra persona è morta in California.
Intanto sono risultate positive ai test per il coronavirus 21 delle persone a bordo della nave da crociera Grand Princess, bloccata da mercoledì al largo delle coste californiane. La conferma è arrivata dal vice presidente Mike Pence. Si tratta, ha spiegato, di 19 membri dell’equipaggio e due passeggeri delle 46 persone sottoposte ai controlli. I test verranno effettuati a tutti i presenti a bordo, ha assicurato Pence, aggiungendo che la nave attraccherà nel fine settimana in un “porto non commerciale”. “Sospensione dei voli diretti verso le aree in crisi; controlli sanitari mirati alle frontiere con l’Italia; i cittadini di paesi terzi che provengono da un’area interessata devono essere in possesso un certificato medico attestante l’assenza di infezione”. Così il cancelliere austriaco, Sebastian Kurz annunciando le misure austriache per far fronte all’emergenza coronavirus. “Come previsto, abbiamo registrato un aumento dei casi in Austria. Il nostro obiettivo è ancora quello di contenere la diffusione nel miglior modo possibile e fare di tutto per rallentare la diffusione e guadagnare tempo”, aggiunge Kurz.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.