Zona rossa e arancione: cosa cambia da lunedì 22 marzo

Emergenza coronavirus e zona rossa e arancione. Da domani – lunedì 22 marzo – cambia ancora la mappa dei colori dell’Italia, con il passaggio di fascia della Sardegna che dice addio alla zona bianca e adotta nuove regole, misure e restrizioni. E con il Molise unica regione in miglioramento in un Paese sostanzialmente tinto di rosso. Restano infatti nella zona di massimo rischio tutte le altre regioni inserite nella fascia una settimana fa. La decisione è arrivata sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di regia ministero-Istituto superiore di sanità (Iss) sull’andamento di Covid-19: questa settimana l’Rt nazionale resta stabile a 1.16. E questo, quindi, il quadro che si delinea in base alla nuova ordinanza del ministro della Salute, Roberto Speranza.

Dalla prossima settimana quindi in zona rossa ci saranno ancora Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Lombardia, Marche, la provincia di Trento, Piemonte, Puglia, Veneto. In zona arancione invece Abruzzo, Basilicata, Calabria, Liguria, la provincia di Bolzano, Sicilia, Toscana, Umbria, Valle Aosta, Sardegna e Molise. Il decreto varato la scorsa settimana dal governo non prevede la zona gialla.

Ad avere misure più ‘soft’ la prossima settimana sarà solo il Molise che, spostandosi nella fascia intermedia, potrà riaprire le scuole. La Sardegna invece, unica regione ad aver sperimentato la zona bianca, deve fare nuovamente i conti con restrizioni e vincoli più rigidi per bar e ristoranti.(Adnkronos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.