Vittoria, condannato a 9 anni l’investitore col Suv dei cugini Alessio e Simone nel luglio scorso

Nove anni di carcere. Questa la condanna per Rosario Greco, l’uomo accusato di aver travolto e ucciso con un Suv due bambini di 11 anni a Vittoria, nel ragusano. Era sera quando i due cuginetti erano seduti sul gradino dell’ingresso della casa dei vicini, in via IV Aprile, quando Greco, che aveva bevuto e assunto cocaina, arrivò a velocità investendoli. Dopo l’impatto scappò senza prestare soccorso. Pregiudicato, figlio di Elio, “pezzo da 90” della criminalità vittoriese, era in auto con altre tre persone. Tra queste c’era Angelo Ventura, detto U checcu, precedenti alle spalle e figlio del boss Giambattista. 

La decisione è arrivata dopo tre ore di camera di consiglio al tribunale di Ragusa. Il Comune di Vittoria ha chiesto un risarcimento danni da un milione di euro.I legali della difesa non hanno al momento rilasciato dichiarazioni limitandosi ad un “no comment” in attesa di leggere le motivazioni della sentenza. “Hanno ammazzato i nostri figli per la seconda volta”. Toni e Valentina D’Antonio, delusi dalla sentenza, non si rassegnano: “E’ assurdo – dicono – chi sale in macchina drogato e ubriaco è un criminale e merita l’ergastolo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.