Villafranca, “no ai migranti al Parco degli Ulivi”. Il sostegno dei sindaci dei comuni viciniori Vinci,Venuto e Merlino

Tutti esprimono la loro posizione mettendo i puntini sulle “i”. Anche perché il confine tra lo spirito di solidarietà e quello che può rappresentare un animo razzista e inospitale sembra ai giorni d’oggi segnato da uno spirito di parte politica e spesso di non oggettiva visione della realtà. Fatta di regole, protocolli da rispettare, ma spesso di controlli mai verificati e pericoli dietro l’angolo. Ma anche i sindaci del comprensorio hanno espresso la loro contrarietà al progetto di ospitare i migranti al Parco degli Ulivi. Lo ha fatto il sindaco del comune limitrofo di Saponara, Fabio Vinci, presente al sit-in davanti alla struttura. Cosi’ come la sindaca di Spadafora Tania Venuto e il sindaco di Rometta Nicola Merlino, che ha reso pubblica la posizione dell’amministrazione romettese con un post su facebook, che riguarda anche altre dinamiche comprensoriali: “L’Amministrazione comunale di Rometta esprime il proprio convinto diniego all’ipotesi di ospitare migranti nel Parco degli Ulivi di Villafranca Tirrena – scrive Merlilo – Come esprime la propria ferma protesta per lo scippo del finanziamento dello svincolo autostradale di Monforte Marina, già finanziato con la prima annualità del Masterplan, e come si è opposta al vergognoso tentativo di realizzare una discarica di rifiuti indifferenziati (impianto TMB per oltre 40.000 tonnellate l’anno) in contrada Filari di Rometta.È evidente, da qualche tempo, il tentativo di depauperare la zona tirrenica a vantaggio delle altre parti del territorio della provincia di Messina e sarebbe il caso, almeno oggi, che ci si interrogasse su tale evidente strategia e, con lealtà, sul ruolo nel tempo svolto da ognuno facendo tutti quadrato (sempre) per lavorare per lo sviluppo del nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.