Venetico, sequestrata l’area del depuratore. Divieto di balneazione

La Guardia di Finanza ha sequestrato l’area prospiciente l’impianto di sollevamento posta sul Lungomare venetichese a causa della presenza dei valori alterati delle analisi dei reflui del cunettone Beviola. E considerato che si rende necessario eseguire indagini al fine di appurare la provenienza di tali reflui e valutare le modalità di intervento per la completa bonifica, il sindaco Francesco Rizzo ha ordinato il divieto di balneazione nel tratto di lungomare per complessivi 400 metri. Il tratto interessato è ovviamente quello prossimo all’area sequestrata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.