Siracusa, acciuffato mentre tenta di rubare un’auto parcheggiata in una strada trafficata

I finanzieri del Comando Provinciale di Siracusa hanno arrestato, per tentato furto aggravato, un soggetto intento a rubare un’autovettura parcheggiata in una strada trafficata corrente nel comune aretuseo.

L’attività nasce dalle osservazioni comprese nei normali servizi di controllo economico del territorio disposti dal Comandante Provinciale di Siracusa. I finanzieri della locale Compagnia hanno sorpreso,inpienogiorno, il siracusano G.F., di anni 49 mentre armeggiava all’interno di un’auto in sosta nei pressi di viale Santa Panagia.

Le Fiamme Gialle in transito, insospettite dall’atteggiamento dell’uomo, si sono fermate per un controllo e, in pochi attimi, si sono resi conto delle sue cattive intenzioni: dopo aver infranto il finestrino posteriore destro di una Toyota Yaris, è riuscito ad accedere all’interno dell’abitacolo tentando invano di accendere la vettura e darsi alla fuga.

Nei confronti dell’uomo, arrestato in stato di flagranza, è stata eseguita anche una perquisizione personale: nel corso delle operazioni è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro un cacciavite utilizzato per l’effrazione del finestrino. 

Al termine delle attività di polizia, il soggetto, su disposizione della locale Procura della Repubblica, è stato condotto presso la propria abitazione e posto al regime cautelare degli arresti domiciliari. Tale misura è stata confermata anche dal Giudice del Tribunale di Siracusa in occasione della celebrazione del giudizio direttissimo.

Tuttavia G.F., disattendendo il provvedimento restrittivo, è evaso dopo pochi giorni dalla propria abitazione: scoperto dai baschi verdi, nel corso degli ordinari controlli ai soggetti destinatari della misura cautelare degli arresti domiciliari, è stato prontamente rintracciato e arrestato per evasione.

L’operazione di servizio testimonia ulteriormente il ruolo strategico del Corpo della Guardia di Finanza al contrasto di ogni condotta illecita che possa ledere gli interessi della collettività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.