Sant’Agata di Militello, la Corte dei Conti approva il piano di riequilibro pluriennale

La sezione di controllo della Corte dei Conti per la Regione siciliana, a conclusione dell’adunanza svoltasi questa mattina, ha deliberato l’approvazione del piano di riequilibrio pluriennale presentato dal comune di Sant’Agata Militello nel 2018. L’adunanza, cui hanno preso parte in video conferenza il sindaco Bruno Mancuso, l’assessore al bilancio Antonio Scurria e la responsabile dei servizi finanziari Giuseppina Smiriglia, era stata convocata per gli opportuni chiarimenti alla luce di alcune osservazioni che erano state mosse dalla Cosfel e dallo stesso organo contabile regionale.
   “È una grande soddisfazione vedere premiati finalmente gli sforzi compiuti dalla nostra amministrazione per scongiurare il dissesto finanziario del comune – commenta il sindaco Bruno Mancuso –. Un ringraziamento sentito va alla responsabile dei servizi finanziari, dr.ssa Giuseppina Smiriglia ed agli uffici, per l’importante lavoro svolto, alla segretaria comunale, dr.ssa Cinzia Chirieleison, al vice segretario, dott. Nino Bertolino, ed all’assessore Antonio Scurria, che si è speso con ogni sua forza. L’approvazione del piano di riequilibrio – prosegue il sindaco – non solo significa aver scongiurato il default e poter saldare i debiti dell’ente, dando quindi ossigeno e ristoro a quanti attendevano i pagamenti, ma anche poter finalmente avviare un programma di vero e proprio risanamento che potrà portare il comune di Sant’Agata Militello fuori dal tunnel e che sarà attuato con il puntuale rispetto degli impegni assunti col piano di riequilibrio.   
   Sin da subito saranno dunque attivati gli uffici per la garanzia dell’adozione di misure ed azioni strutturali da porre in essere”.
   Particolarmente soddisfatto anche l’assessore al bilancio Antonio Scurria.
“Sin dall’insediamento abbiamo lavorato, in silenzio e con senso di responsabilità, al risanamento dell’Ente ed a mettere in sicurezza i disastrati conti ereditati nel 2018, evitando un dissesto finanziario quasi certo – commenta Scurria –. Oggi la decisione della Corte dei Conti rende giustizia all’impegno costante dell’Amministrazione e degli uffici comunali che, anche a fronte di chi remava contro la città, sono riusciti, ancora una volta, a rispondere con i fatti, mettendo la parola fine a tutte le polemiche e le speculazioni degli ultimi due anni”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.