Sambuca di Sicilia, le ambulanze trasferiscono i nonnini nei centri covid

Un’immagine inusuale. che deve far riflettere. I nonnini di una Rsa vengono trasferiti nei centri Covid. “Questo è successo ieri notte a Sambuca di Sicilia, i nostri nonni, sono dentro quelle ambulanze – scrive su facebook Monica Brancato, medico agrigentino- Sono stati trasportati nei vari ospedali del bacino Caltanissetta-Enna-Agrigento, le terapie intensive del distretto sono praticamente quasi al completo.Non so se vi importa qualcosa di voi, ma spero che vi importi qualcosa dei vostri affetti.Non so se ancora vi sembra una dittatura sanitaria imporre la mascherina, ma fossi in voi la metterei.Non so se avete ancora voglia di ballare, un reggae , in spiaggia…ma fossi in voi starei sul divano a casa, al calduccio.Non so se volete sbandierare ancora le vostre statistiche che minimizzano i numeri, prese chissà dove… ma fossi in voi , memorizzerei questa foto, Sambuca di Sicilia nella notte del 17 ottobre 2020, i nostri nonni sono dentro quelle ambulanze che rischiano di morire, per colpa nostra. Questa é la realtà e fossi in voi ci crederei.Forza Sambuca ❤️“.

Perchè nella “zona rossa” Sambuca di Sicilia (Agrigento) ci sono altri nove soggetti positivi al Covid, come ha comunicato ieri sera il sindaco Leo Ciaccio. Anche se si tratta di persone asintomatiche o con sintomi lievi, che sono tuttora in isolamento domiciliare. Ma i casi sono saliti a 64, gran parte dei quali concentrati nella casa di riposo focolaio dell’epidemia. Numero che tiene conto dei quattro decessi tra gli ospiti della stessa Rsa.
    E i nonnini sono già stati prelevati e ricoverati in ospedali e centri Covid. Nella stessa Rsa si trovano oltre a 30 anziani anche 14 assistenti, componenti dello staff, tutti affetti da coronavirus. Le loro condizioni sono tenute sotto osservazione. “Mi pare un doveroso invito alla prudenza – continua Monica Brancato – Non sono di Sambuca, ma spero che venga accolto l’invito a stare molto attenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.