Regionali, vincono Giani e Emiliano. Zaia trionfa, De Luca e Toti ok

Eugenio Giani verso la vittoria in Toscana e Michele Emiliano avanti in Puglia. Luca Zaia stravince in Veneto e Vincenzo De Luca fa lo stesso in Campania. E’ quanto emerge da proiezioni e primi dati relativi alle elezioni regionali. Stando ai dati, sembra prendere corpo la possibilità di un pareggio tra centrosinistra e centrodestra nelle 6 Regioni al voto.

TOSCANA – Nella Toscana roccaforte della sinistra Eugenio Giani, quando sono stati scrutinati 2.479 seggi su 3.937, il candidato del centrosinistra Eugenio Giani è in testa con il 48,91% dei voti, contro il 40,12% della candidata del centrodestra Susanna Ceccardi. L’affluenza alle urne in Toscana è stata del 62,6%, pari a 1.870.379 di votanti.

PUGLIA – In base ai dati disponibili sul sito del Viminale, quando sono state scrutinate 301 sezioni su 4026, alle elezioni in Puglia è in testa il presidente uscente e candidato del centrosinistra Michele Emiliano con il 46,14% mentre il candidato del centrodestra Raffaele Fitto è al 39,52%. La candidata del Movimento 5 Stelle Antonella Laricchia è all’11,25%, mentre il candidato di Italia Viva Ivan Scalfarotto è all’1,6%.

VENETO – Pronostici confermati in Veneto dove, in base ai dati disponibili sul sito del Viminale, quando sono state scrutinate 1.391 sezioni su 4.751 il governatore uscente e candidato del centrodestra Luca Zaia è in vantaggio con il 76,11% mentre il candidato del centrosinistra Arturo Lorenzoni è al 16,21%. Il candidato del Movimento 5 Stelle Enrico Cappelletti è al 3,34%.

CAMPANIA – In base ai dati disponibili sul sito del Viminale, quando sono state scrutinate 483 sezioni su 5.827, alle elezioni in Campania è in testa il presidente uscente e candidato del centrosinistra Vincenzo De Luca con il 67,40% mentre il candidato del centrodestra Stefano Caldoro è al 16,24%. La candidata del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino è al 12,89%.

LIGURIA – In base ai dati disponibili sul sito del Viminale, quando sono state scrutinate 976 sezioni su 1.795, alle elezioni in Liguria è in testa il presidente uscente e candidato del centrodestra Giovanni Toti con il 55,87% mentre il candidato del Pd-M5s Ferruccio Sansa è al 39,4%.

MARCHE – In base ai dati forniti dalla Regione Marche, quando sono state scrutinate 796 sezioni su 1.576 il candidato del centrodestra Francesco Acquaroli è al 48,95% mentre il candidato del centrosinistra Maurizio Mangialardi è al 37,12%. Gian Mario Mercorelli è all’8,72% e Roberto Mancini al 2,51%. Entrambi sono sostenuti da due liste civiche.(Adnkronos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.