Politiche sociali, Scavone: «I Comuni utilizzino le risorse per i progetti a favore dei minori»

I Comuni siciliani potranno usufruire delle risorse finanziarie messe a disposizione dallo Stato per favorire il benessere dei minorenni e il contrasto alla povertà educativa. Lo ricorda l’assessore regionale alle Politiche sociali Antonio Scavone, che ha inviato una nota ai sindaci dell’Isola indicando le modalità per aderire all’iniziativa. A disposizione per tutt’Italia c’è un apposito Fondo di 58 milioni di euro. I progetti, da attuare entro dicembre, potranno essere realizzati anche in collaborazione con enti pubblici e privati.
 «L’obiettivo – sottolinea Scavone – è quello di promuovere e potenziare le attività da svolgere presso i centri estivi, i servizi socio educativi territoriali e i centri con funzione educativa e ricreativa per minori. Ma anche la promozione di attività riguardanti lo studio delle materie Stem (Scienza, tecnologia, ingegneria e matematica)».
 Ad approvare l’elenco dei Comuni beneficiari, con gli importi spettanti a ognuno sulla base della popolazione minorenne, sarà il ministero delle Pari opportunità e della famiglia. Saranno esclusi gli enti locali che manifesteranno espressamente di non volere aderire all’iniziativa. La norma (articolo 39 del decreto legge 73) con le modalità di partecipazione è stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale della Repubblica dello scorso 21 giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.