Pace del Mela, la soddisfazione dell’amministrazione per le nuove norme di contrasto all’inquinamento

Il problema ambientale è parecchio sentito nell’area tirrenica messinese e il sindaco di Pace del Mela Mario La Malfa e tutta l’amministrazione comunale hanno espresso il loro compiacimento sulla pagina fecebook istituzionale per l’approvazione delle nuove norme in materia a tutela delle nuove generazioni. “Il Sindaco e L’Amministrazione di Pace del Mela esprimono la grande soddisfazione per la definitiva approvazione della Legge 3 marzo 2020 n.3 denominata “Disposizioni in materia di contrasto all’inquinamento – si legge – Infatti dopo la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana avvenuta il 6 marzo 2020, in data 29 aprile il Ministro per gli Affari Regionale Boccia ha deciso di “non impugnare” la legge regionale ritenendolo conforme al dettato costituzionale.Siamo davvero felici di disporre, finalmente, di uno strumento normativo efficace.
La legge ha come obiettivo primario la tutela del diritto alla salute dei cittadini siciliani realizzata attraverso la previsione di un sistema di monitoraggio delle emissioni e di un sistema sanzionatorio in conformità con la normativa nazionale e comunitaria.
La grande novità è che chi inquina verrà condannato fino a 300.000 euro di multa e, in caso di violazioni reiterate, gli potrà essere revocata anche l’autorizzazione. La legge prevede, anche, controlli più severi per misurare la qualità dell’aria. Gli stabilimenti industriali saranno costretti ad ammodernare gli impianti. Un ringraziamento va all’Onorevole Tommaso Calderone che ha scritto la legge insieme all’onorevole Pasqua, deputato 5Stelle, a dimostrazione che la buona politica non ha e non dovrebbe avere barriere ideologiche.
L’Amministrazione convocherà a breve le realtà industriali presenti sul territorio comunale al fine di sviluppare una vera sinergia fra il mondo produttivo e le istituzioni. Monitoraggio continuo: questa la parola d’ordine.
La tutela dell’Ambiente e la lotta all’inquinamento rappresentano le priorità assolute della mia Amministrazione.
Lo dobbiamo a noi stessi, alle nostre famiglie, ai nostri figli.
Lo dobbiamo a chi si è ammalato di tumore e lotta quotidianamente contro la malattia. A chi ce l’ha fatta e a chi non c’è più.
Frequentemente veniamo inghiottiti dalle polemiche e dal chiacchiericcio dei social, spesso ingiusto. Ma abbiamo avuto l’onore e l’onere di rappresentare e difendere il nostro Paese ed i nostri Concittadini. E quello facciamo ogni giorno.
Con l’unico obbiettivo di garantire il rispetto delle regole”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.