Olio: Spagna regina produzione, Italia -30% è terza dopo Grecia

L’Italia perde il secondo gradino del podio della produzione mondiale di olio extravergine d’oliva e si piazza al terzo posto. Dietro al colosso Spagna, capace di produrre 1,6 milioni di tonnellate, sale infatti la Grecia che, secondo i dati forniti dalla Commissione europea, dovrebbe chiudere la campagna 2020/2021 intorno alle 265 mila tonnellate di olio prodotte. L’Italia, invece, è terza con meno di 250 mila tonnellate di olio extravergine d’oliva, a causa del netto calo delle regioni olivicole più importanti come Puglia, Calabria e Sicilia: il calo – segnala Italia Olivicola, l’associazione di riferimento del settore – è di circa il 30% rispetto alla campagna precedente.

La buona notizia però arriva dai consumi di olio extravergine d’oliva che, in un anno difficile a causa della pandemia, crescono nel nostro Paese di quasi il 6%, positiva anche la bilancia commerciale: si registra un aumento del livello delle esportazioni pari a 3,3% ed una riduzione dell’import del 9,2%.

A livello di prezzi, invece, l’olio extravergine d’oliva italiano conserva il primato rispetto ai competitor nazionali e internazionali, ma anche in questo caso ad influire è la ciclicità del raccolto.(Adnkronos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.