Mistretta, inaugurazione del Distaccamento dei Vigili del fuoco Volontari

Ieri, a pochi giorni dal suo trasferimento ad altro Comando, il Comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Messina, il Dott. Ing. Giuseppe Biffarella, davanti a tutte le autorità locali politiche, civili e militari e ai giornalisti presenti, ha concluso l’ultimo atto ufficiale pubblico, l’inaugurazione del nuovo Distaccamento dei Vigili del fuoco Volontari di Mistretta, operatori del soccorso formati adeguatamente dagli istruttori professionali della caserma Bevacqua, per essere sempre pronti ad affrontare qualsiasi tipo di emergenza. Con l’aggiunta di questo nuovo Distaccamento, il Comando di Messina incrementa ulteriormente la sicurezza, quella che il cittadino si aspetta quotidianamente a 360 gradi. Oggi è un giorno importante per il Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco che si espande, con la nascita di nuove sedi come questa, sempre più capillarmente.

Alle ore 11 circa, il Comandante Biffarella ha così enunciato il suo discorso davanti a tutti i presenti alla cerimonia: “Porgo innanzitutto il mio saluto a tutte le autorità locali politiche, civili e militari presenti oggi, che con la loro presenza ci testimoniano la loro vicinanza, e a tutte le componenti operative dei vigili del fuoco. In secondo luogo, voglio testimoniare, con la mia presenza, la vicinanza alla manifestazione di tutti i vigili del fuoco, permanenti, volontari ed in quiescenza della provincia di Messina. La cerimonia è volutamente svolta in forma ristretta per rispettare gli obblighi di contenimento del contagio legati alla terribile pandemia che ci ha investito e che ancora ci accompagna in questi difficili momenti. Tra l’altro questo sarà il mio ultimo atto ufficiale che svolgerò per il Comando di Messina, in seguito al mio imminente passaggio alla nuova sede operativa di Catania. Inizia oggi ufficialmente, l’operatività del nuovo Distaccamento dei Volontari di Mistretta, che si integra nel più generale dispositivo di soccorso provinciale, quale esempio virtuoso di integrazione di tutte le strutture, di ruolo e volontarie, che compongono il sistema italiano di protezione civile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.