Milazzo, un project financing per la riscossione dei tributi locali

Lotta all’evasione dei tributi comunali, al via la gara per il servizio di riscossione. Con la pubblicazione sul sito istituzionale del Comune e l’invio della documentazione di gara alla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea si completa un passaggio fondamentale nel processo di efficientamento della gestione delle entrate tributarie ed extratributarie del Comune di Milazzo.

La manifestazione di interesse si rivolge agli operatori di mercato abilitati i quali dovranno presentare entro il prossimo 7 dicembre proposte progettuali per l’affidamento in concessione delle attività di recupero dell’evasione fiscale e della riscossione delle entrate comunali. In pratica un vero e project financing, come quello che solitamente si porta avanti nella gestione delle opere pubbliche che vede Milazzo tra i primi Comuni del Meridione a seguire questo percorso che trova attuazione invece nel Nord.
“La società interessata – spiega il dirigente del settore Finanze e Tributi di palazzo dell’Aquila, Antonio Infantino – dovrà presentare un progetto tecnico gestionale su come si intende gestire il servizio, il recupero dell’evasione e la riscossione dei tributi locali.  All’offerta dovrà essere anche allegato anche un piano economico finanziario asseverato, oltre al possesso dei requisiti minimi previsti dal codice dei contratti e dalla normativa di settore, in cui venga evidenziata la sostenibilità economico finanziaria della gestione, anche con riferimento agli investimenti proposto in merito ai servizi fisici e digitali che verranno prospettati nel progetto sottoposto al Comune”.

“L’Amministrazione comunale ha scelto un percorso innovativo per la gestione dei tributi locali, attraverso una trasparente procedura di evidenza pubblica, dove sarà scelto l’operatore che si dovrà occupare della progettazione del servizio in modo che sia confacente alle necessità e alla realtà comunale e del territorio amministrato – aggiunge l’assessore alle Finanze, Roberto Mellina – . La fase successiva vedrà il promotore, scelto mediante procedura di gara, impegnato nella progettazione operativa ed esecutiva del servizio che verrà, successivamente, proposto al mercato attraverso una seconda fase, sempre ad evidenza pubblica, che consentirà di scegliere il concessionario più adatto alle esigenze dell’ente”.

“Prosegue, quindi, secondo quanto previsto dal programma di mandato, la completa ri-organizzazione dell’entrate locali che rappresentano il nodo nevralgico attraverso cui consentire al Comune di fornire servizi pubblici in modo efficiente ed efficace – sottolinea il sindaco Pippo Midili – e per poter chiudere definitivamente un periodo nefasto per le casse comunali. La nuova riscossione, che vogliamo affidare entro l’anno, ci consentirà di recuperare una parte delle troppe imposte e dei tanti tributi non pagati. Un atto dovuto ai cittadini che pagano regolarmente e una maggiore disponibilità di risorse utili a migliorare i servizi. Un ulteriore passo in avanti verso la nuova Milazzo che siamo impegnati a costruire”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.