Milazzo, il Consiglio comunale approva variazione e debiti fuori bilanci. Diversi gli interventi preliminari

A conclusione di una seduta urgente, e dopo il rinvio dei lavori di un’ora per l’assenza del numero legale all’atto della votazione, conseguente all’uscita dall’aula di Lorenzo Italiano, Alessio Andaloro, Damiano Maisano ed Antonio Foti, il consiglio ha approvato, con l’unanime voto dei 13 presenti (Massimo Bagli, Sebastiana Bambaci, Antonino Italiano, Alessandro Oliva, Alessia Pellegrino, Rosario Piraino, Francesco Rizzo, Lydia Russo, Mario Sindoni, Maria Sottile, Giuseppe Doddo, Francesco Russo e Santi Saraò), i due argomenti iscritti all’ordine del giorno.

Riguardano una variazione di bilancio e debiti fuori bilancio per l’importo di quasi 27 mila euro derivanti da sentenze esecutive.

Numerosi, come sempre gli interventi preliminari. Il consigliere Foti ha fatto cenno a diversi problemi cittadini (cavalcavia attraversante l’autostrada, assetto di via Enrico Cosenz, situazione di piazza San Papino, problematiche presenti all’ospedale Fogliani e soprattutto quelle riguardanti il pronto soccorso) invitando il presidente Oliva a portarli in Aula. Quest’ultimo ha fatto presente che c’è anche la necessità di risolvere il problema della copertura del manto stradale dopo gli interventi di scavo che l’hanno interessato ragione per cui ha sollecitato l’assessore Santi Romagnolo ad esercitare adeguati controlli per la soluzione del problema. Ad Oliva hanno replicato Rizzo e Sindoni, evidenziando che non si potesse parlare di cantieri aperti in città per i lavori di scavo, perché fino al 3 settembre non c’erano ancora detti interventi sul territorio. Sul problema dell’ospedale è intervenuti pure Lorenzo Italiano, ribadendo la necessità di un intervento in aula dei vertici dell’Asp per dare risposte alle emergenze presenti in atto. Dallo stesso ritenuto opportuno un intervento diretto, con una nota, all’assessorato regionale alla sanità, tenuto pure conto che il nosocomio mamertino sostiene anche il carico della comunità eoliana. Sul punto il consigliere Piraino ha replicato affermando che il Commissario dell’Asp, Alagna si è già reso disponibile ad intervenire in aula sin dai primi di settembre per discuterne in consiglio comunale. 
Sempre i consiglieri di minoranza anno richiesto un consiglio straordinario che affronti la questione riguardante la collocazione di un’antenna proprio nei pressi di abitazioni ed in prossimità del PalaMilone.

Infine il consigliere  Damiano Maisano ha criticato l’operato dei vigili urbani, giudicato eccessivamente fiscale con conseguenze negative per l’economia in quanto i vigili praticamente non esitano a verbalizzare le infrazioni, senza neppure preannunciare la loro presenza, magari utilizzando il fischietto per richiamare l’automobilista a tenere un comportamento corretto o a rimuovere immediatamente l’irregolarità che sta commettendo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.