Milazzo, consulta del Terzo settore: approvato il regolamento

Approvato dal consiglio comunale il regolamento istitutivo della Consulta delle Organizzazioni del Terzo Settore.

Un organismo consultivo e di proposta che permetterà di valorizzare e coinvolgere maggiormente nelle scelte dell’amministrazione in materia di politiche sociali le tante realtà del terzo settore operanti nel territorio di Milazzo.

La Consulta a cui potranno aderire le organizzazioni del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti, sarà, in particolare articolata al suo interno in Gruppi di lavoro tematici che consentiranno di andare a svolgere un lavoro specifico su ciascuna delle quattro aree per il momento individuate.

In particolare, ci sarà un gruppo di lavoro che si occuperà di diritti dell’infanzia, dell’adolescenza, minori e famiglia, un gruppo di lavoro che si occuperà di disabili ed anziani, un altro gruppo che si occuperà di povertà, fenomeni di emarginazione sociale e immigrati e infine un gruppo che si occuperà di tutela del diritto alla salute e promozione della donazione degli organi.

Soddisfazione è stata espressa dall’Assessore Magistri, il quale nel ringraziare il presidente ed i componenti  della III commissione consiliare per aver condiviso il regolamento ed aver contribuito a migliorarlo, ha dichiarato che “ il regolamento approvato dal consiglio comunale costituisce senz’altro un passaggio decisivo per l’istituzionalizzazione dei rapporti di collaborazione avviati dall’Amministrazione, sin dal suo insediamento, con le tante realtà del terzo settore operanti nel territorio comunale.

Ciò permetterà peraltro – ha aggiunto Magistri – di creare delle forme stabili di coordinamento nella progettazione e nell’organizzazione degli interventi e dei servizi in materia di welfare, anche ai fini dell’eventuale partecipazione dell’ente, in forma singola o associata, a specifici bandi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.