Milazzo, assistenza disabili al mare: lettera aperta di Lorenzo Italiano

“Nel corso dell’ultima riunione di Consiglio Comunale la discussione si è concentrata sulle contestazioni mossemi per avere portato a conoscenza del Consiglio  e dall’amministrazione le segnalazioni  che provengono  da alcuni diversamente abili, i quali chiedono  di essere assistiti  per fruire la spiaggia e il mare”. A scriverlo in una lettera aperta Lorenzo Italiano. “Il problema si è  posto in quanto da qualche anno il lido attrezzato è chiuso – spiega – Sorvolo volutamente sulle contestazioni  gratuitamente  rivoltomi, ma nell’interesse di soggetti deboli riporto all’attenzione del Consiglio la richiesta di questi per essere assistiti. Comumi come Barcellona, Brolo, Santa Teresa, Furci e altri hanno promosso con  l’ASP il progetto Mare senza frontiere 3.0,sottoscrivendo un protocollo  d’intesa con l’azienda  sanitaria  provinciale  di Messina. Il progetto  prevede lo svolgimento di attività di assistenza socio sanitaria con la presenza di operatori in una postazione individuata e attrezzata dai Comuni. Difendere i cittadini deboli e in particolare questa categoria di diversamente abili non ha colore politico ,non ci può  essere alcuna  speculazione politica né elettorale. La politica ha il dovere di trovare soluzioni a prescindere ,specie quando il problema ti viene sollevato da queste categorie. Pertanto  chiedo a nome del mio gruppo Consigliare a tutte le forze politiche di agire secondo coscienza  senza personalismi e di intervenire sull’amministrazione al fine di trovare soluzioni e di lenire il bisogno di questi soggetti più  deboli che con mesta umiltà si rivolgono a noi portatori di istanze d’interesse generale .Lorenzo Italiano  gruppo Italiano Sindaco”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.