Website Editore!

Migranti, Giorgia Meloni annuncia “misure straordinarie” – Video

(Adnkronos) – La presidente del Consiglio Giorgia Meloni annuncia oggi "misure straordinarie" per far fronte alla situazione "insostenibile" determinata dalla raffica di sbarchi di migranti in particolare a Lampedusa. ''Nell'immediato il governo italiano intende adottare misure straordinarie per far fronte al numero di sbarchi di questi giorni sulle nostre coste. Al Consiglio dei ministri di lunedì porteremo una modifica del termine di trattenimento nei centri di permanenza per i rimpatri di chi entra illegalmente in patria. Limite che verrà alzato al massimo consentito dalla normativa europea, ovvero 18 mesi'' e che non riguarda i ''richiedenti asilo per i quali oggi il termine massimo è già di 12 mesi e non sarà modificato'', dice Meloni. "Stiamo già lavorando al potenziamento dei centri per i rimpatri in modo che chiunque entri illegalmente sia effettivamente trattenuto per tutto il tempo necessario alla definizione di una sua eventuale richiesta di asilo e per la sua effettiva espulsione nel caso in cui sia irregolare. Perché altri anni di governi immigrazionisti ci hanno consegnato centri di rimpatrio scandalosamente esigui", afferma ancora. "Nel Consiglio dei ministri di lunedì sarà dato mandato alla Difesa di realizzare nel più breve tempo possibile le strutture in modo tale che siano sufficienti a trattenere gli illegali. Daremo mandato di realizzare queste strutture in località a bassissima densità abitativa e facilmente perimetrabili e sorvegliabili", afferma ancora. "Voglio lanciare un messaggio chiaro a chi vuole entrare illegalmente in Italia: non conviene affidarsi ai trafficanti di esseri umani perché vi chiedono molti soldi, vi mettono su barche che molto spesso non sono attrezzate per fare quei viaggi. In ogni caso se entrate illegalmente in Italia sarete trattenuti e rimpatriati: la nostra situazione non consente di fare nulla di diverso", dice ancora. —politicawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *