Messina, vertenza Blu Jet:riparte  il dialogo tra sindacati e RFI. Filt Cgil e Uiltrasporti: “Un positivo cambio di passo, le azioni di sciopero restano sospese”

Incontro positivo quello tenutosi nella giornata di ieri, 4 novembre, che vede ripartire, dopo quasi tre anni di proteste e scioperi, il dialogo tra Filt Cgil, Uiltrasporti ed RFI, su punti importanti della vertenza Blu Jet tra cui il salario dei lavoratori impiegati nel traghettamento veloce e la sicurezza sul lavoro e dei mezzi in esercizio sullo stretto di Messina. “Il dumping contrattuale e salariale che subiscono i lavoratori marittimi di Blu Jet ha portato in questi anni forti tensioni e numerose azioni di sciopero – dichiarano Filt Cgil e Uiltrasporti- e la ripresa del dialogo con il nuovo management di Blu Jet è di certo un passo positivo che segna una discontinuità con la passata gestione. Filt Cgil e Uiltrasporti ribadiscono che occorre in sede nazionale e Ministeriale arrivare al pieno riconoscimento del contratto delle attività ferroviarie per i marittimi di Blu Jet e che continueranno a mantenere alta l’attenzione sui diritti dei lavoratori.Al tempo stesso, a seguito dell’apertura al confronto territoriale mostrata ai sindacati dall’amministratore delegato di Blu Jet, ing Giuseppe  Marta,  sulle questioni normative, di sicurezza  e su una progressiva armonizzazione salariale che ponga fine alle enormi discriminazioni economiche oggi in essere tra lavoratori del Gruppo Fs, concludono Filt Cgil e Uiltrasporti- abbiamo reputato opportuno sospendere,  nelle more del confronto avviato, le procedure di sciopero già proclamate lo scorso mese di settembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.