Messina, si è spenta la docente colpita da trombosi dopo la somministrazione del vaccino

Piangere la morte per Covid di parenti o amici provoca già di questi tempi una tristezza infinita. Se poi la causa scatenante sembra essere il vaccino la tristezza e la costernazione assumono risvolti paradossali. Ma la maestra 55enne Augusta Turiaco, insegnante di musica alla media “Gallo” di Messina non ce l’ha fatta e la notizia ha gettato nello sconforto quanti l’hanno conosciuta. Ma già da diversi giorni era tenuta in coma farmacologico dai medici della Rianimazione del Policlinico Universitario di Messina, dopo aver subito diversi interventi chirurgici. Ma soprattutto le era stato somministrato il vaccino Astrazeneca lo scorso 11 marzo. I suoi organi saranno donati, come suo espresso desiderio, ma la famiglia ha già esposto denuncia per avere la verità, ma puntualizzano “Vaccinarsi è importante”. Profondo cordiglio in città e anche a Torregrotta, dove l’insegnante è stata benvoluta da tantissimi allievi che la ricordano anche sui social.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.