Messina, serrati controlli nella fascia jonica: 8 denunciati e 9 giovani segnalati quali assuntori di sostanze stupefacenti

Nel fine settimana, i Carabinieri della Compagnia di Messina Sud, supportati dai motociclisti del Nucleo Radiomobile del capoluogo e con l’ausilio del Nucleo Carabinieri Subacquei di Messina, su direttiva del Comando Provinciale Carabinieri di Messina, hanno intensificato i controlli del territorio lungo il litorale jonico del capoluogo, in particolare nei Comuni di Nizza di Sicilia, Alì Terme e Roccalumera. Obiettivi primari sono stati l’identificazione di soggetti di interesse operativo, la prevenzione e repressione prevenzione dei reati in materia di circolazione stradale con particolare riferimento alla guida sotto l’effetto di sostanze alcoliche e stupefacenti, nonché in materia di uso personale di droghe.

Nel corso del servizio il Nucleo Carabinieri Subacquei è stato impiegato lungo la costa jonica con l’obbiettivo di garantire la sicurezza in mare e sull’area costiera, nonché realizzare un focus sulla tutela dell’ambiente in concorso con i militari delle locali Stazioni Carabinieri e con il supporto della motovedetta CC 810 “Ganci”.

Particolare attenzione è stata rivolta al controllo della circolazione stradale dove i Carabinieri hanno deferito in stato di libertà, alla Procura della Repubblica di Messina, un 37enne ed una 23enne per guida sotto l’effetto dell’alcool. I predetti sono stati fermati alla guida delle proprie autovetture con un tasso alcolemico superiore ai limiti consentiti dalla legge; un 42enne per porto abusivo di oggetti atti ad offendere poiché, sottoposto ad un controllo di polizia, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico con lame di lunghezza di cm 15; un 28enne per guida senza patente perché trovato alla guida del proprio motociclo con patente revocata; un 21enne e un 34enne per disturbo delle persone o del riposo. I predetti, dagli impianti stereo installati sulle proprie autovetture, diffondevano musica ad alto volume arrecando disturbo alle persone.

Inoltre, nel corso di predisposti servizi in abiti borghesi sul litorale, finalizzati al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, I Carabinieri della Stazione di Roccalumera hanno proceduto, deferendoli all’Autorità Giudiziaria per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nei confronti di:

  • un 19enne del luogo che sottoposto ad un controllo di polizia, è stato trovato in possesso di circa 20 grammi di sostanza stupefacente di tipo marijuana suddivisa in altrettante confezioni;
  • un 23enne messinese, assistente bagnante. Durante un servizio lungo la spiaggia, i Carabinieri hanno notato strani movimenti nei pressi della postazione del 23enne. All’esito della perquisizione personale e della postazione del soggetto, i militari dell’Arma hanno rinvenuto 8 grammi circa di sostanza stupefacente di tipo marijuana indosso al 23enne ed ulteriori 3 grammi circa della medesima sostanza, occultata sotto la sabbia nei pressi della postazione in uso al giovane.

Infine, durante il servizio, che ha consentito di controllare 48 persone ed oltre 36 veicoli con la contestazione di 4 contravvenzioni al Codice della Strada, 9 giovani sono stati segnalati alla Prefettura di Messina quali assuntori di sostanze stupefacenti, poiché trovati in possesso di complessivi gr. 20 di marijuana e due grammi di cocaina detenute per uso personale. Tutta la droga rinvenuta dai Carabinieri è stata sequestrata ed inviata al Reparto Carabinieri Investigazioni Scientifiche di Messina per le analisi di laboratorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.