Messina, lavori di ampliamento nuovo Porto di Tremestieri. Uil trasporti: “Avanzamenti utili anche alla funzionalità degli attuali approdi”

Constatiamo con soddisfazione che i lavori di ampliamento del nuovo porto di Tremestieri fanno riscontrare ultimamente visibili progressi, passi avanti che già fanno riscontrare i primi aspetti positivi  anche sulla funzionalità degli attuali approdi, con un maggiore contenimento degli insabbiamenti, scrive Di Mento Segretario UilTrasporti Messina. Come Organizzazione Sindacale  frequentemente abbiamo sollecitato maggiore attenzione sul cantiere da parte del Comune e apprezziamo l’impegno con il quale l’assessore Salvatore Mondello segue in questi giorni l’evolversi delle operazioni per definire al più presto la conclusione di questa importante opera che darà alla città una nuova  visione del trasporto marittimo sullo Stretto, attraverso l’incremento della produzione e, soprattutto, nuova e maggiore occupazione in una città affamata di lavoro.Rimaniamo vigili dunque, e per questo non possiamo  non attenzionare l’incidente recentemente accaduto che ha visto un Tir nel centro città per errore paralizzare  tutta la viabilità urbana. Effetti collaterali del periodo estivo con un ridimensionamento delle corse da e verso l’approdo di Tremestieri e le conseguenti deroghe per il passaggio dei mezzi pesanti, sia da Rada San Francesco che dal Porto Storico. Una situazione che si ripete ogni estate e che fa emergere l’importanza strategica  del porto di Tremestieri e delle tesi sostenute da questo sindacato, che ha già chiesto a gran voce alle Istituzioni competenti della città una più adeguata organizzazione attraverso l’applicazione di protocolli d’emergenza atti alla salvaguardia della sicurezza dei cittadini quando da Tremestieri vengono adottate deroghe, sospensioni o chiusure. Ad oggi però tutto rimane, nostro malgrado, lettera morta .Auspichiamo pertanto che ognuno faccia la propria parte con responsabilità, affinché i segnali premonitori di quest’ultimo incidente non sfocino in altri eventi più gravi per la sicurezza della viabilità cittadina. Le soluzioni ci sono e le abbiamo consegnate agli enti competenti, adesso spetta a Comune, Prefettura e Autorità Portuale metterle in campo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.