Messina, i sindaci delle città metropolitane incontrano il premier Draghi: l’intervento del primo cittadino Cateno De Luca

Le questioni affrontate oggi nel corso dell’incontro on line convocato dall’ANCI nazionale, cui ha preso parte il Sindaco Cateno De Luca hanno riguardato due versanti: il primo, i Comuni, le Città Metropolitane e il Recovery Plan; il secondo, la situazione risorse per compensazione perdite gettito e altre richieste da inserire nel prossimo intervento programmato sulla base dello scostamento di 40 mld deliberato dal Coniglio dei Ministri. Dopo il confronto tra i Sindaci delle Città metropolitane è seguita la riunione con il presidente del Consiglio Mario Draghi, cui ha preso parte anche il ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie Mariastella Gelmini. Il Sindaco De Luca nel suo intervento ha posto l’attenzione sulla necessità di colmare il gap socio economico ed infrastrutturale tra le Città metropolitane mediante un criterio differenziato di assegnazione risorse, fermo restando il rispetto dei criteri generali prestabiliti, per evitare città sempre più ricche ed efficienti rispetto a città sempre più povere ed inadeguate alle proprie funzioni, evidenziando l’importanza anche della mobilità di connessione interurbana equa e sostenibile ovvero investimenti infrastrutturali che in relazione alle distanze tra le città metropolitane garantiscano i medesimi tempi di percorrenza quali/quantitativi.
A tal fine De Luca ha ringraziato la ministra Gelmini per la sua visita a Messina e in particolare per il sopralluogo effettuato nelle aree degradate delle baracche, e proprio in quella occasione “abbiamo proposto nell’ambito dei progetti di cantierabilità del Recovery Plan – ha evidenziato il Sindaco – il risanamento definitivo, la vergogna del lebbrosario della città di Messina, dove sono costretti a vivere sotto l’amianto circa otto mila famiglie. In questo settore abbiamo anche presentato MessinaForesta Me un progetto cantierabile relativo alla forestazione urbana, e nel rispetto delle linee di digitalizzazione della pubblica Amministrazione abbiamo proposto un programma di investimenti denominato Digital I Hub”.
A conclusione, il Sindaco ha ricordato al Presidente Draghi la nota inviatagli il 5 marzo scorso nella quale ha espresso il disappunto in merito alla percentuale di suddivisione delle risorse Nord-Sud del Recovery Plan nell’ambito del territorio nazionale ed una successiva datata 20 marzo, dove è stata evidenziata l’importanza della realizzazione del Ponte sullo Stretto, quale opera strategica sovranazionale e richiesto uno scostamento sui tempi di realizzazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.