Interessante incontro su “Inattesi percorsi del Rinascimento. Testimonianze d’arte a Rometta”

Le radici e le testimonianze più belle in evidenza nell’interessante incontro su” Inattesi percorsi del Rinascimento. Testimonianze d’arte a Rometta. Ecco il post riassuntivo del sindaco Nicola Merlino. “Alla presenza di un folto ed interessato pubblico, si è svolto l’incontro:”Inattesi percorsi del Rinascimento. Testimonianze d’arte a Rometta”.Al convegno hanno partecipato la dott.ssa Rosaria Stracuzzi, il prof.Giampaolo Chille’ e il prof. Roberto Cobianchi. Nel corso del convegno sono stati presentati i risultati degli studi effettuati sulla ‘cassa ad intaglio’, di proprietà del Comune, da parte del prof. Roberto Cobianchi e sulla statua della ‘Madonna con Bambino’, esistente sul fronte anteriore della Chiesa Madre di Rometta, da parte del prof. Giampaolo Chille’.Il prof Chille’ ha confermato quanto già ci aveva anticipato:-la Statua della Madonna con Bambino esistente sul fronte anteriore della Chiesa Madre è stata realizzata con marmo di Carrara da Antonello Gagini, noto scultore rinascimentale e la data di realizzazione dell’opera è da collocarsi poco dopo il 1500 (nella decade successiva). L’esposizione alle intemperie per tantissimi anni ha danneggiato non poco la preziosa statua.Il prof. Chille’ ha inoltre evidenziato la presenza di altri due manufatti, sicuramente rinascimentali, presenti nel nostro territorio. Interessantissimo anche l’intervento del prof Cobianchi che ha datato la realizzazione della Cassa (cm. 180 per cm 60 di altezza e 31), di proprietà del Comune, nella prima parte del 1500 (intorno al 1530-40) mentre il coperchio della cassa è stato aggiunto presumibilmente alcuni decenni dopo. Cassa che è stata realizzata sicuramente al nord e che è giunta a Rometta dopo il 1600.È nostro intendimento pubblicare gli inediti ed importanti studi ieri esposti dai relatori e cui va il ringraziamento affettuoso dell’amministrazione comunale. Un ringraziamento va inoltre alla fotografa, Antonella Mangano, ed a tutti gli illustri ospiti che hanno partecipato al convegno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.