Gp Imola, Verstappen trionfa davanti a Hamilton e Norris

Dopo la delusione per il secondo posto all’esordio in Bahrain, Max Verstappen su Red Bull vince il Gp di Imola Romagna dimostrando di esser pronto a lottare per il titolo mondiale con Lewis Hamilton.

In una gara caratterizzata dalla pioggia e dai colpi di scena, l’olandese brucia in avvio Hamilton mantenendo la testa della corsa per tutta la gara, alle sue spalle il 7 volte iridato che sconta un errore durante un sorpasso che lo ha costretto a ripartire dalle retrovie fino al secondo posto, terza la McLaren di Lando Norris. Ai piedi del podio la Ferrari di Charles Leclerc.

La gara

Partenza sotto la pioggia per il Gp dell’Emilia Romagna. Al via della corsa sul circuito di Imola Max Verstappen su Red Bull brucia il compagno di scuderia Perez e dopo uno spalla a spalla ha la meglio anche sul pole-man Lewis Hamilton, guadagnando la prima posizione. Dietro perde posizioni Perez che cede il passo anche alla Ferrari di Charles Leclerc ora terza, il monegasco è stato vittima di un testacoda nel giro di ricognizione prima del via.

Per un contatto tra Latifi e un’Alfa Romeo, la monoposto del canadese va a muro, ingresso per la safety car. Nell’impatto con Verstappen la Mercedes di Hamilton ha subito un piccolo danno all’ala anteriore. Le posizioni di vertice vedono Verstappen, Hamilton, Leclerc, Perez, Ricciardo, Gasly, Stroll, Sainz, Norris, Bottas e Russell.

Testacoda e botta con ala anteriore danneggiata per Mick Schumacher che rientra ai box per risolvere il problema. Al settimo giro esce di pista la safety car. Verstappen tenta l’allungo inanellando giri veloci che lo portano a 5” di vantaggio su Hamilton dopo 10 giri sui 63 totali. Tutti i primi montano le gomme intermedie. Replica di Hamilton che fa registrare il giro veloce. La fine della pioggia sta portando gradualmente la pista ad asciugarsi.

Cambio di gomme per Verstappen e Hamilton ma le posizioni in testa non cambiano. Ora l’olandese ha 2”9 sul campione del mondo, terzo Leclerc. Al 31esimo giro clamorosso errore di Hamilton che durante un doppiaggio va lungo alla Tosa rientrando sesto con un’ala danneggiata. Poco dopo incidente per un contatto tra Bottas e Russel al Tamburello. Di nuovo in pista la safety car. Ne approfitta Hamilton per passare ai box. Bandiera rossa, Hamilton è ripartito e grazie alla sospensione della gara è nono.

Dopo il lungo stop si riparte con le posizioni invariate, dietro Hamilton, in ritardo di 10” dall’olandese, supera Stroll ed è settimo. Testacoda della Red Bull di Sergio Perez che riparte ma è 14esimo. Al 55esimo giro Hamilton, dopo una serie di sorpassi, supera anche Leclerc e si porta in terza posizione, ora nel mirino c’è Norris. Al 59esimo giro la Mercedes è a ridosso della McLaren e nel giro successivo Hamilton passa.

Nel penultimo giro il campione del mondo fa il giro più veloce ottenendo il punto addizionale che lo tiene in testa alla classifica nonostante il trionfo sotto la bandiera a scacchi di Verstappen. Alle spalle dell’olandese Hamilton e Norris, quarta la Ferrari di Leclerc seguito dalla ‘rossa’ di Carlos Sainz.(Adnkronos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.