Festa dell’albero. Archimede (Vivi Torregrotta):”Valorizzare l’importanza del patrimonio arboreo”

LA RIFLESSIONE/

di Santino Archimede*

“Il 21 novembre si è celebrata la festa degli alberi in un anno di grandi incendi mondiali e grandi promesse internazionali. Una giornata iconica festeggiata sin dall’antichità e rilanciata nel corso del Consiglio dei Ministri n. 86 del 12 marzo 2010 in cui è stato approvato uno schema di disegno di legge recante norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani, che ha introdotto disposizioni innovative in materia di promozione e divulgazione dei temi della tutela ambientale e del patrimonio arboreo e boschivo, recuperando e rilanciando, appunto, la “Giornata nazionale degli alberi” da celebrare il 21 novembre di ogni anno.
La giornata istituita, poi, su iniziativa del Ministero dell’Ambiente con la legge 1 del 10/2013 rappresenta un punto di riferimento per la protezione della biodiversità del nostro paese e in generale per la sensibilizzazione sulla fondamentale funzione svolta dagli alberi nella pulizia dell’atmosfera e la prevenzione contro il dissesto idrogeologico. Proprio anche durante l’ultima Cop26 il tema degli alberi è stato centrale nel dibattito e da quella conferenza se ne è usciti con la promessa di interrompere la deforestazione entro il 2030.
L’aspetto culturale nell’idea del legislatore italiano andrebbe diffuso attraverso iniziative da realizzare nelle scuole, nelle università e negli istituti d’istruzione superiore, con il coinvolgimento delle istituzioni e delle associazioni. Numerose iniziative anche nel nostro comprensorio tirrenico.
Da Rometta a Milazzo, passando da Torregrotta. A Rometta l’amministrazione Merlino ha celebrato la festa dell’albero piantando tanti alberi quanti sono stati i nati dell’anno 2019/20. A Milazzo Legambiente dei Peloritani presieduta da Pippo Ruggeri ha celebrato l’iniziativa all’interno del “boschetto dell’ancora”, luogo naturalistico dall’alto valore scientifico.
A Torregrotta, due associazioni hanno celebrato la ricorrenza donando e piantumando due alberi alla presenza dell’amministrazione per l’occasione rappresentata dal vicesindaco Michele Formica.
Oltre il “Laboratorio Verde di Torregrotta” del movimento ecologista europeo “Fare Ambiente” anche l’associazione “ViviTorregrotta” ha donato e piantumato un alberello. “L’obiettivo della celebrazione -secondo viviTorregrotta – è quello di valorizzare l’importanza del patrimonio arboreo comunale e di ricordare l’importante ruolo di boschi promuovendo la cosiddetta riforestazione urbana”.
Dai canali social Santino Archimede, rappresentante di ViviTorregrotta ha dichiarato che “È con le Istituzioni, e con la vicinanza di associazioni vicine, di amici e di gruppi di cittadini volenterosi, che vorremmo rilanciare l’iniziativa di “Un albero per ogni Nato” ed infine riqualificare definitivamente come avevamo immaginato lo spazio di via Sciascia rendendolo un bel parco urbano alberato e vivibile. A Torregrotta, serve l’impegno di tutti, il sostegno ed un processo di pacificazione culturale e progresso mai visto finora. Serve una visione avanguardista e concreta. Non possiamo pensare che non tocchi a noi. Il controllo e la cura della nostra “casa” tocca a tutti noi, alcuni di noi hanno più responsabilità nel farlo e proporlo”.
Il vice Sindaco Michele Formica complimentandosi per il valore del gesto e delle proposte ha dichiarato che “il gesto è come una goccia nell’oceano ma che serve in quanto sono proprio queste gocce, tutte insieme, a formarlo e fare la differenza”.

* Vivi Torregrotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.