Coronavirus, in Usa il giorno più nero: 4591 morti in 24 ore. Già 145 mila in tutto il mondo

Sono 4.591 i decessi registrati negli Stati Uniti nelle ultime 24 ore, il giorno più tragico dall’inizio dell’emergenza coronavirus. Lo ha riferito la Johns Hopkins University nelle ore in cui il presidente Donald Trump annunciava il piano in tre fasi per riaprire l’America e rilanciare l’economia. Il precedente record negativo, registrato mercoledì, era di 2.569 morti. Complessivamente sono 33.286 i decessi dall’inizio dell’emergenza. Il numero dei nuovi contagi, 31.451, è più o meno in linea con quello dei giorni precedenti e porta il totale a 671mila. Sono più di 145.000 i morti con coronavirus nel mondo. Il bilancio aggiornato della Johns Hopkins University parla di 145.533 decessi e di 2.158.594 casi a livello globale. Solo negli Stati Uniti, secondo la Jhu, sono 33.286 i decessi e 671.349 i casi dall’inizio dell’emergenza. Il bilancio confermato ieri dall’Italia è di 22.170 morti. (Adnkronos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.