Coppa Italia, stasera all’Olimpico la sfida finale è tra Juve e Napoli

Si assegnerà stasera il primo trofeo italiano dopo l’emergenza Coronavirus. E’ difatti in programma la finale di Coppa Italia all’Olimpico di Roma. Una bella sfida di cui il pubblico potrà godere solo davanti agli schermi televisivi. In attesa della prossima ripresa del campionato.

La probabile formazione della Juve. Pochi dubbi sul modulo, il 4-3-3, qualcuno in più sugli interpreti: per affrontare la finale contro la sua ex squadra, Maurizio Sarri potrebbe giocarsi la carta Cuadrado terzino destro (in ballottaggio con Danilo), con Bentancur – tra i più positivi nella semifinale contro il Milan – mezz’ala e Pjanic regista. Tra i pali spazio a Buffon, in difesa insieme al colombiano Cuadrado agiranno De Ligt e Bonucci con Alex Sandro a sinistra. A completare il centrocampo ci sarà Matuidi, mentre in attacco Sarri punterà con ogni probabilità sulla velocità di Douglas Costa e l’estro di Dybala, oltre all’intoccabile Cristiano Ronaldo. Se a centrocampo Sarri decidesse di puntare su Khedira (Bentancur nel caso farebbe il play davanti la difesa), Pjanic andrebbe in panchina e potrebbe essere utilizzato a gara in corso. Così come Ramsey, non al meglio, ma a disposizione eventualmente per uno spezzone di gara. Chiellini, Higuain e Demiral sono formalmente convocati ma raggiungeranno Roma solo mercoledì – dopo essersi allenati alla Continassa – per fare gruppo insieme ai compagni.

JUVENTUS (4-3-3), la probabile formazione: Buffon; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Douglas Costa, Dybala, Cristiano Ronaldo. Allenatore: Sarri.

La probabile formazione del Napoli. Squalificato Ospina e assente per infortunio Lobotka, Gattuso ritrova Manolas ma il greco partirà dalla panchina: l’allenatore azzurro infatti sembra avere ben chiaro in mente l’undici da mandare in campo contro la Juventus, tranne per il dubbio che riguarda l’esterno destro del tridente offensivo, con le quotazioni di Callejon in risalita rispetto a Politano. Tra i pali spazio a Meret, linea difensiva a quattro composta – da destra a sinistra – da Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly e Mario Rui. Intero di destra del centrocampo a tre sarà Fabian Ruiz, a sinistra agirà Zielinski mentre il ruolo di play basso sarà ricoperto da Diego Demme. In avanti, tridente composto da un tra Callejon e Politano, Mertens nel ruolo di centravanti e Insigne che partirà dalla sinistra.

NAPOLI (4-3-3), la probabile formazione: Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme, Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne. Allenatore: Gattuso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.