“Continuità territoriale sì, ma con regole certe anche per i marittimi di Blu Jet”. Lavoratori annunciano nuovo sciopero a Messina

“Apprendiamo che con un emendamento al Decreto Agosto  è stato esteso alla tratta Messina – Reggio Calabria il servizio pubblico da attuarsi con il Contratto di programma – Parte Servizi tra lo Stato e la società Rete Ferroviaria Italiana”. 

Secondo Filt Cgil e UIltrasporti Messina l’ampliamento del concetto di continuità territoriale sui mezzi veloci anche alla tratta Reggio Calabria è una vittoria di tutta la Sicilia e dell’intera area metropolitana dello Stretto. “Rivendichiamo con orgoglio e coerenza un risultato frutto di tante battaglie che in questi anni hanno portato questi sindacati a tutelare in questo comparto

i livelli occupazionali pretendendo  un servizio indispensabile all’utenza – dichiarano Carmelo Garufi e Michele Barresi segretari di Filt Cgil e UIltrasporti Messina – ed in questo senso bisogna riconoscere alla politica ed al

governo di aver centrato un importante obiettivo. Adesso però non ci sono più alibi per Rfi – concludono Filt Cgil e UIltrasporti- e occorre trovare dopo tanti scioperi soluzione alla vertenza contrattuale dei marittimi Blu Jet perché manca un ultimo determinante tassello nello Stretto, ovvero regole certe  a tutela dei diritti dei lavoratori diretti e dell’indotto di Blu Jet, che da società pubblica non può gestire sul territorio un servizio di continuità territoriale alla giornata,  in modo ancora precario e unicamente con logiche basate sul dumping contrattuale dei lavoratori.

La vertenza infatti non si ferma, anzi i lavoratori Blu jet si preparano ad una nuova azione di protesta. 24 ore di sciopero dalle 21 del prossimo 26 ottobre alle 20.59 del 27 ottobre. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.