Catania, controlli anticovid: 13 sanzioni

I militari del Comando Provinciale di Catania continuano a fornire il loro contributo nell’attività di vigilanza a tutela della collettività perseguendo la finalità di garantire l’attuazione delle misure disposte dal Governo per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19 e prevenire l’ulteriore diffusione dei contagi.

Nel corso di questa settimana, le Fiamme Gialle catanesi hanno fornito il loro contributo al servizio di controllo coordinato dalla locale Questura attraverso l’impiego di 86 militari suddivisi in 40 equipaggi, i quali hanno verificato la sussistenza delle esigenze e dei motivi urgenti esposti dai 248 cittadini che si trovavano fuori dalle proprie abitazioni, riscontrando anche l’aderenza alle norme vigenti di 18 esercizi commerciali.

Sono state elevate 13 sanzioni amministrative, 2 delle quali nei confronti di altrettante attività economiche le quali non esponevano il previsto cartello riportante il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente all’interno del rispettivo luogo di svolgimento dell’attività.

Sono 11 le persone sanzionate, delle quali 5 sono state sorprese mentre sostavano per le vie del borgo marinaro di Acitrezza senza indossare i dispositivi personali di protezione delle vie respiratorie e senza rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro, 3 sono state trovate a circolare all’interno del Porto di Catania nella fascia oraria tra le 22,00 e le 05,00 pur non avendo comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute, 3 si spostavano per le strade del capoluogo etneo senza avere con se i dispositivi di protezione individuale.

Nel corso dei controlli i militari delle Fiamme Gialle etnee hanno inoltre rinvenuto e sequestrato, in due diversi controlli, 67grammi di marijuana ed uno spinello confezionato con la medesima sostanza. Il soggetto trovato in possesso della “sigaretta artigianale” è stato segnalato alla locale Prefettura per violazione all’art.75 del D.P.R. 309/90 e la sostanza sottoposta a sequestro amministrativo.

L’involucro contenente i 67grammi, rinvenuto in un’area condominiale di Acireale, è stato sottoposto a sequestro penale ed è stata sporta denuncia a carico di ignoti per violazione dell’art.73 del predetto Decreto del Presidente della Repubblica.

La Guardia di Finanza di Catania, mantenendo il congruo numero di propri militari impegnati sul territorio ed in mare, continuerà nei prossimi giorni i servizi di controllo a beneficio della collettività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.