Calcio, Torrenovese-Pro Mende: Cataldi finisce in ospedale. Genovese:”La tensione per l’importanza del match non può sfociare in atti di violenza”

rom awin.com -->

Torrenovese-Pro Mende di Promozione non è finita al 90′ ma si porta dietro strascichi che non fanno piacere a chi ama il calcio. La squadra di Santa Lucia del Mela ha subito posto l’accento sia sul risultato ma anche su quanto avvenuto anche nell’intervallo, con questo post facebook:”Orgogliosi dei nostri ragazzi.Torrenovese – Pro Mende 3 a 2 (Rasà, Lo Presti) Solo applausi per i ragazzi..EROICI..in 11 contro 9 usciamo dal campo a testa altissima, sconfitti all’ultimo minuto di recupero.Vergognoso quanto accaduto nell’intervallo. Al rientro negli spogliatoi, in vantaggio per 2 a 1, siamo stati aggrediti. A farne le spese Mister Cataldi, accompagnato in ambulanza in ospedale per accertamenti. Veramente squallido quanto accaduto, il calcio è altro”. Poi il presidente Antonino Genovese ha anche esternato le sue puntualizzazioni con altro post che pubblichiamo integralmente: “La ASD PROMENDE CALCIO 1930 in merito a quanto accaduto oggi, nell’intervallo del match Torrenovese-Pro Mende, esprime solidarietà e vicinanza nei confronti del mister Michele Cataldi. A seguito di quanto accaduto è stato necessario chiedere l’intervento dei sanitari e il trasferimento al Pronto Soccorso del vicino nosocomio. Lo sport insegna il valore della competizione dettata dal rispetto dell’avversario e questo, purtroppo, oggi non c’è stato. La posta in palio era alta, ma la tensione per l’importanza del match non può sfociare in atti di violenza. Ci spiace riscontrare che si voglia ridimensionare l’accaduto facendolo passare come un mero malore, o come una lamentela legata al risultato. Ci pregiamo di rappresentare una società che ha una storia importante. Una storia fatta di valori, di rispetto per gli avversari e per lo sport che pratichiamo, di educazione e di amicizia. Valori che da subito abbiamo avuto modo di apprezzare in mister Cataldi al quale siamo vicini. Non siamo abituati al chiacchiericcio ne meno che mai alle insinuazioni o alle lamentele sui social, ma riteniamo assolutamente necessario ed in linea con i nostri VALORI tutelare se d’uopo e nelle sedi previste e preposte i nostri tesserati e la nostra Società, oltre che la verità dei fatti, valore che ci appartiene e che siamo certi debba essere sempre perseguita ed accertata. Il Presidente Antonino Genovese”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.