Aggredisce la ex e le ruba il cellulare ma dimentica il suo: arrestato

E’ tornato nell’appartamento dove aveva appena aggredito la ex per recuperare il proprio smartphone, dimenticato nel trambusto in camera da letto ma è stato arrestato dagli agenti della Squadra Volante di Torino intervenuti a seguito della segnalazione di un vicino di casa. Protagonista un cittadino senegalese con il quale la vittima aveva avuto una relazione durata alcuni mesi è interrotta ad agosto per i comportamenti violenti dell’uomo.

Secondo il racconto della donna, l’uomo, geloso al punto da impedirle di vestire con abiti femminili, e particolarmente minaccioso nei suoi confronti, arrivando a dirle che l’avrebbe sfregiata con l’acido o che le avrebbe rasato i capelli di notte se lo avesse tradito, non aveva accettato la fine della relazione e non le aveva mai restituito le chiavi di casa. Spesso si presentava sotto casa o la chiamava, anche 20 volte al giorno, minacciando di ammazzarla e poi di farla finita.Qualche giorno fa la donna, rientrando a casa, lo ha trovato nell’appartamento da dove non solo si è rifiutato di uscire ma ha preteso di vedere il registro delle chiamate del cellulare. Al rifiuto della vittima, si è impossessato del telefono ed ha cercato di scappare. L’ex compagna cercando di riprendersi il cellulare è rimasta ferita nella colluttazione. L’uomo, dopo essersi allontanato, si è accorto di aver dimenticato il suo telefono. Tornato sui sui passi e’ stato arrestato dagli agenti per atti persecutori e violenza privata e denunciato per lesioni personali, violazione di domicilio, minacce ed appropriazione indebita.(Adnkronos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.